Regolatori automatici di temperatura: cosa sono, come funzionano e cosa offre il mercato

//Regolatori automatici di temperatura: cosa sono, come funzionano e cosa offre il mercato

Regolatori automatici di temperatura: cosa sono, come funzionano e cosa offre il mercato

Tutti noi amiamo la cottura BBQ perché è in grado di dar luce a preparazioni tenere, succose e con un’esplosione di sapori.

Il raggiungimento di tale risultato, però, non può prescindere da un costante controllo della temperatura, sia all’interno della camera di cottura, sua al “cuore” dell’alimento.

Proprio per questo, stabilizzare e mantenere la temperatura di cottura è una delle sfide più importanti che un griller deve sostenere.

Ecco un esempio di oscillazioni di temperatura prodotte da un bbq tradizionale.

Grafico oscillazione Temperatura

 

Spesso questa situazione è generata da nostri errori come l’apertura del coperchio più volte del necessario, o la difficoltà nella gestione delle vent in e delle vent out, tanto per fare due esempi. Influisce sulla nostra cottura anche la variabilità del meteo (per esempio folate di vento potrebbero generare ingressi forzati di aria nella camera di cottura e quindi alzare la temperatura).

Regolatori di temperatura automatici

Si trovano sul mercato molti dispositivi che aiutano ad eliminare questo problema. Si tratta dei regolatori di temperatura automatici.

Il loro funzionamento è semplice: viene posta una ventola sopra una delle vent-in (mentre le altre saranno chiuse) che viene collegata ad una piccola unità di controllo della temperatura.

A sua volta quest’ultima  è collegata a una o più sonde che misurano la temperatura della carne e della camera di cottura.

L’unità di controllo è di solito un controller PID che utilizza i dati dei termometri e della ventola, per mantenere una temperatura il più stabile possibile nel dispositivo. Tutto questo avviene regolando automaticamente il flusso di aria in entrata nella camera di cottura.

Ecco un esempio di stabilità di temperatura utilizzando un regolatore automatico.

Grafico temperatura controllata

 

Differenza di impostazioni delle ventole

Normalmente i regolatori funzionano solamente attivando o disattivando la ventola. Questa impostazione permette il mantenimento di temperature prossime a quella desiderata.

Alcune aziende, in particolare Flame Boss, hanno introdotto ventole con velocità di rotazione variabile. Ciò  consente un controllo più preciso sulle temperature, ma con un aggravio di costo di acquisto.

 

I migliori regolatori automatici del mercato

Sul mercato sono presenti molti regolatori automatici. Tanti produttori, quasi esclusivamente USA, si sono lanciati nella produzione del “miglior” regolatore automatico.

Sono andato alla ricerca dei vari sistemi, consultando forum specializzati in materia, e quasi tutti quelli visitati annoveravano BBQ Guru e Flame Boss come le due migliori marche attualmente presenti sul mercato.

Ho studiato le varie caratteristiche delle diverse tipologie di regolatori, le ho comparate, ed ho stilato l’elenco dei migliori.

Migliori regolatori economici

BBQ Guru PartyQ – circa 150$

Il PartyQ è il regolatore di temperatura più economico che produce BBQ Guru. Il kit è formato da una sonda per la camera di cottura,  e da un regolatore con un display e due pulsanti per le impostazioni. Il sistema mostra la temperatura in tempo reale. Il regolatore funziona a pile e quindi può essere utilizzato praticamente ovunque (a patto di avere batterie cariche e funzionanti).

Nonostante la semplicità di costruzione, il regolatore fa bene il suo lavoro. Sono disponibili adattatori per tutti i dispositivi e quindi non dovrebbe essere un problema reperire quello compatibile con il vostro.

BBQ Guru Party Q

Migliori regolatori di fascia media

BBQ Guru DigiQ DX2 – circa 220$

Il DigiQ DX2 viene fornito con due sonde, una per il cibo e una per la camera di cottura. Funziona con alimentazione elettrica ed ha un regolatore con impostazioni personalizzabili. La ventola è una Pit Viper che introduce in camera un flusso di aria costante e stabile. Compresi nel prezzo troverete anche un supporto di montaggio ed un sacchetto per il ricovero dell’attrezzatura, quando non viene utilizzata.

Una caratteristica importante è il fatto che il regolatore si spenga automaticamente quando il coperchio viene aperto; inoltre sono presenti allarmi personalizzabili da utilizzare per la sonda cibo.

Nel complesso il DigiQ ha una buona qualità di costruzione, riesce a mantenere  le temperature molto stabili ed è facile da usare.

BBQ Guru DigiQ DX2

Flame Boss 100 Grill and Smoker Temperature Controller – circa 290$

Il Flame Boss costa circa 70 dollari in più del DigiQ ma vanta una serie di caratteristiche che potrebbero invogliarvi all’acquisto (prima fra tutte la ventola a velocità variabile). Il kit comprende il regolatore, due sonde e tutto il necessario per il montaggio (in sede di acquisto potrete selezionare il modello del vostro dispositivo di cottura e quindi avrete la sicurezza di una perfetta compatibilità).

Il regolatore ha un display ampio dove potrete leggere i diversi valori contemporaneamente: temperatura del cibo, temperatura della camera di cottura, temperatura target e velocità della ventola.

E’ presente anche la funzione “Keep Warm” che permette il mantenimento della camera di cottura, ad una temperatura stabilita in precedenza, una volta che si è raggiunta la temperatura desiderata al cuore dell’alimento.

Qualità costruttiva e facilità di utilizzo sono comparabili a quelli del concorrente Guru.

Le caratteristiche aggiuntive, secondo il mio parere, giustificano la differenza di prezzo.

Flame Boss 100

 

Migliori regolatori di fascia alta

BBQ Guru CyberQ Cloud (WiFi)– circa 320$

Questo regolatore supporta quattro sonde ed è fornito con una ventola“Pit Viper” leggermente più grossa e performante rispetto a quella del modello DigiQ DX2

Il regolatore ha avuto un recente aggiornamento. I tecnici BBQ Guru hanno lavorato molto sull’interfaccia che, unita ad un miglioramento dello schermo, consente una più semplice impostazione del sistema.

Altre innovazioni sono state introdotte anche nel comparto “cloud”. Adesso è possibile non solo controllare a distanza le prestazioni del sistema, ma si possono anche condividere i dati rilevati in modo da avere feedback immediati anche da altri utenti. Le informazioni possono essere condivise anche sui social network per ottenere, così, pareri e commenti.

BBQ Guru CyberQ Cloud

Flame Boss 300 WiFi Grill and Smoker Temperature Controller – circa 350$

La caratteristica migliore del modello 300 è il WiFi. Il kit è il  medesimo del modello di fascia media e quindi con sole due sonde. E’ disponibile, però, un cavo accessorio (circa 10$) per il collegamento di altre due sonde (circa 20$ l’una).

Con il WiFi avrete la possibilità di collegare al sistema il computer, lo smartphone o il tablet (con le app studiate dai tecnici Flame Boss).

Quando il sistema è collegato, si ha la possibilità di accedere al cruscotto (dashboard) online, monitorare le rilevazioni ed addirittura modificare le impostazioni del regolatore.

Dalla dashboard si può impostare anche la funzione “Keep Warm” agendo tranquillamente a distanza.

Tutte queste caratteristiche, compresa la ventola a velocità variabile, lo rendono, a mio parere, il miglior regolatore attualmente presente sul mercato, nonostante il kit iniziale non comprenda quattro sonde.

 

Flame Boss 300

 

 

[Crediti immagini: Weber, Flame Boss, BBQ4ALL]

By | 2017-10-25T16:46:28+00:00 25 ottobre 2017|Dispositivi e Utensili, Tecniche|

About the Author:

35 anni, di Navacchio (Comune di Cascina, Provincia di Pisa). Da due anni appassionato di cottura barbecue e di tutto il mondo che vi gravita intorno. Partecipante a tutti i corsi BBQ4ALL. Titolare di un blog BBQ4ALL. Parte di un BBQ Team.

Send this to a friend