Pesca noce grigliata

//Pesca noce grigliata

Pesca noce grigliata

Questa ricetta è stata realizzata in collaborazione con Weber Italia

Grigliare la frutta non è un esercizio di esuberanza del Griller ma una maniera assolutamente deliziosa di sublimare le capacità aromatiche della frutta fresca.

Che cos’è

E’ un dessert della “terra di mezzo”; non possiede un carattere dolce classico e pronunciato, tipico di questa fase del pasto ma piuttosto una marcata spinta acida, seppur temperata da una sapiente spalla di dolcezza, da inter-mezzi croccanti, da una lacrima di unto per dare corpo e dai profumi delle erbe fresche appena colte.

Come si prepara

Grigliare la frutta può essere estremamente facile o estremamente complesso in relazione al grado di maturazione della frutta. Complicatissimo gestire in griglia un frutto molto maturo e dalla struttura cedevole, anche se questo esprime la massima potenzialità quando esposto al calore. Più semplice invece grigliare una frutta soda e compatta che però risulta sbilanciata verso toni acidi estremi e, spesso, anche da importanti sensazioni di astringenza.
La pesca noce è un frutto straordinario da impiegare nel grilling. La prima operazione è quella di tagliare il frutto in quarti e privarlo del nocciolo. Successivamente, è buona norma asciugarlo con del panno carta per evitare la formazione di vapore che potrebbe sciogliere la polpa prima che si formino le classiche righe di cauterizzazione.
La pesca noce rimarrà per pochissimo tempo sul grill, uno o due minuti al massimo saranno sufficienti a far sprigionare dei profumi straordinari.
La frutta grigliata può essere accompagnata da una pallina di gelato, da una crema, o da un coulis (una salsa fatta con purea di frutta cotta e filtrata) oltre a frutta secca tostata o da erbette aromatiche appena raccolte.

Tips

Acidità, dolcezza, grasso, elementi croccanti, aromi nasali, sapidità. Questi sono gli elementi da ricercare nel tuo dessert alla griglia. La cottura sul fuoco della frutta sprigiona gli aromi tipici del frutto e li esalta, abbinali sempre agli odori delle erbe: dal timo alla melissa passando per ciò che preferisci. La nota unta è indispensabile per dare corpo e rotondità. Può essere un olio aromatico di mandorle, nocciole o pistacchio, del burro aromatizzato, una crema pasticcera, una semplice crème fraîche, una bavarese. Per le note croccanti va benissimo la frutta secca ma anche un semplice biscotto sbriciolato e perfino i cereali della colazione. Fantasia e creatività.

[Crediti | Link: Weber Italia]

By | 2017-09-29T16:57:37+00:00 26 aprile 2017|Frutta, Ricette|

About the Author:

Autore del Best Seller "Diventare Grill Master", è fondatore di BBQ4All e mentore del movimento barbecue italiano.

Send this to a friend