Il termine Hot&Fast si riferisce a cotture portate ad una temperatura superiore e per un tempo minore rispetto a quelle cosidette Low&Slow.

Se il Low&Slow si attesta in genere su temperature tra i 95°C e i 130°C, le cotture Hot&Fast si posizionano subito sopra, tra i 140°C e i 170°C,

in altre parole, l’Hot&Fast è semplicemente una indiretta stabilizzata nell’intervallo medio delle temperature raggiunte dai dispositivi, utilizzata per preparazioni normalmente portate avanti a temperature più basse. Il guadagno di questa scelta, secondo alcuni, è in tempi minori di cottura, un bark più solido e un sapore più da “arrosto”.  Lo svantaggio principale è che con materie prime poco infiltrate e ricche di connettivo, c’è più rischio di seccare la carne o di non arrivare alle consistenze desiderate.